Tech Gaming
Social Network

Segui TechGaming su Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui), Youtube (clicca qui), Discord (clicca qui), TikTok (clicca qui), Instagram (clicca qui) Telegram (clicca qui e/o clicca qui) e Ludomedia (clicca qui)

Filed under: Recensioni

Bail Or Jail: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Nel corso del tempo sono stati lanciati sul mercato svariati giochi multiplayer asimmetrici, alcuni di successo altri meno, tra i tanti titoli non posso che menzionare Dead by Daylight, il quale ancora oggi a distanza di anni dal lancio continua ad essere costantemente aggiornato con nuovi contenuti. I giocatori sono alla costante ricerca di nuovi titoli con cui intrattenersi, divertirsi e che portino una ventata di aria fresca nel genere, da giocare specie in multiplayer co-op o competitivo. A distanza di tempo dal lancio su Switch il gioco di cui vi parlerò quest’oggi è arrivato anche su PC di recente, a seguire dunque la Recensione di Bail or Jail.

Il titolo in questione è un multiplayer asimmetrico in cui le partite hanno una durata complessiva di soli 3 minuti, da un lato abbiamo gli umani e dall’altra un mostro, lo scopo di quest’ultimo è di acciuffare tutti gli umani prima dello scadere del tempo. Due quindi le squadre, una composta da 3 giocatori che si troveranno a sfuggire dal mostro per l’intera durata della partita, utilizzando gli oggetti di scena per nascondersi, e l’altra composta da un solo giocatore che dovrà acciuffarli, ricorrendo ad abilità varie. Gli umani naturalmente non solo potranno correre e nascondersi ma anche attivare una lanterna per stordire il mostro, mentre quest’ultimo dispone dell’abilità di attraversare i muri, individuare le impronte ed altro, il tutto rende le partite quanto più dinamiche possibili. Come accade nella modalità a tempo di Fall Guys, gli umani in libertà potranno liberare i compagni intrappolati nelle gabbie, in ambientazioni che variano da cimiteri a città in rovina, foreste, porti ed altre ancora.

Ho apprezzato la diversificazione dei mostri, come accade del resto in molti altri giochi del genere. Ogni mostro ha le sue abilità, dal fantasma in grado di svolazzare e passare per le pareti, ad un grosso lupo mannaro che può scaraventare gli umani in gabbia. La partita finisce allo scadere dei tre minuti di tempo o nel caso in cui tutti i sopravissutti vengano catturati. Pur essendo un titolo che strizza l’occhio alla festività di Halloween, risulta ideale anche per intrattenersi nelle calde serate estive in compagnia degli amici. Bail or Jail sfoggia uno stile grafico che ricorda per certi versi Tim Burton, tetro ma allo stesso tempo cartoonesco, sia per i personaggi che le ambientazioni. Partita dopo partita i giocatori impareranno a conoscere le capacità dei diversi personaggi e capire quale meglio si adatta a ogni stage, sbloccherete nuove abilità per le lanterne e sperimenterete graduali modifiche del gameplay.

Con la modalità Quick Match potrete unirvi velocemente ad una partita in corso, ottenere ricompense come nuovi personaggi, lanterne ed altro ancora. Bail or Jail è divertente e coinvolgente, seppure rientri in una categoria abusata in quest’ultimo periodo, ma che nel suo tenta di diversificarsi dalla massa, portando una ventata di aria fresca nella serie.

7.5/10
Condividilo