Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Recensioni

Beasts of Maravilla Island: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Se mi seguite da tempo sapete che non tratto solo Tripla A ma anche Indie sviluppati da piccoli studi, i quali cercano di emergere nel settore videoludico con le loro originali creazioni. Il titolo di cui vi parlerò oggi non è certo un capolavoro ma merita comunque il suo posto su Tech Gaming. Con questa premessa dunque a seguire vi riporto la Recensione di Beasts of Maravilla Island, sviluppato da Banana Bird.

Beasts of Maravilla Island è un gioco rilassante, rivolto a coloro che vogliono staccare la spina da sparatutto, action e giochi d’avventura, per dedicarsi a qualcosa di più lento e rilassante. Come da nome dovrete esplorare l’isola di Maravilla nei panni di Marina, una giovane protagonista la cui missione è quella di ripercorrere le orme del nonno, al fine di scoprire e immortalare per poi dimostrare al mondo l’esistenza di specie incredibili. Nel corso dell’avventura potrete consultare un diario per tenere traccia dei progressi e portare a termine attività secondarie.

In Beast of Mravilla Island dovrete risolvere dei mini rompicapi per accedere alle zone successive, utilizzando la macchina fotografica per immortalare i vari animali che popolano l’isola, con la possibilità di scattare un massimo di 20 foto per ogni soggetto. Non potrete nè correre nè saltare, dunque i livelli sono piuttosto lineari, dovrete procedere con cautela per non spaventare le creature, al fine di ottenere lo scatto perfetto. Da elogiare l’originalità degli autori nel diversificare sia gli animali che le piante tra di loro, conferendogli un’aspetto unico e colorato.

Il gioco utilizza la tecnica del low poly vector, sia per gli scenari che i singoli elementi, uno stile che gli appassionati troveranno di proprio gradimento. In un titolo simile non poteva di certo mancare una colonna sonora rilassante e coinvolgente, che si lascia piacevolmente ascoltare per l’intera durata. Tralasciando le cutscene iniziali e finali, non ci sono dialoghi, il tutto viene affidato alle onomatopee o alla presenza di documenti consultabili. Dovrete imparare a conoscere e sfruttare i comportamenti unici di ciascuna specile, da un uccello-scimmia al coccodrillo-lontra.

Sarete chiamati a scoprire i nascondigli preferiti degli uccelli banana (Donkey Kong Country 3?), per un totale di ben 50 differenti creature con le quali interagire, suddivise in 3 zone ecologiche da esplorare, con infinite possibilità per le vostre fotografie. Consultando il diario potrete ottenere tutte le informazioni su ciascuna specie incontrata, dalle loro abitudini all’habitat. Avrete dunque intuito che tipo di gioco vi troverete di fronte qualora decidiate di acquistarlo. La semplicità degli enigmi così come del Gameplay stesso, rende Beats of Maravilla Island completabile da chiunque in una manciata di ore.

6/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE