Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, PS4 e PS5, Recensioni Videogiochi, Xbox One e Xbox Series X

Blair Witch: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Sono appena tornato da una lunga passeggiata tra i boschi, dove secondo una leggenda dimora la strega di Blair, ed oggi voglio condividere con voi la Recensione di Blair Witch, disponibile su PC e Xbox One.

Blair Witch Recensione

Chi non ha mai visto il lungometraggio cinematografico di Blair Witch? Qualcuno ha pensato di tramutare il film in un videogioco, il risultato? Lo scoprirete in questa Recensione.

Blair Witch vi fa vestire i panni di un poliziotto e detective, il quale dovrà indagare sulla misteriosa scomparsa di un bambino, in una grande e oscura foresta in compagnia del suo migliore amico, un pastore tedesco.

Blair Witch si distacca lievemente dai survival horror ai quali siete abituati da tempo, in quanto per l’intera durata dovrete fare affidamento sull’animale per trovare indizi e avvistare i tanti pericoli che si annidano nei meandri più oscuri del bosco.

In qualsiasi momento tramite una ruota di comandi è possibile ordinare al cane di perlustrare la zona in cerca di indizi, raggiungere la vostra posizione, coccolarlo, sgridarlo e dargli da mangiare, e migliore sarà il rapporto con lo stesso, maggiori sono le probabilità di avere degli aiuti nel corso dell’avventura.

Il cane può fiutare collezionabili e indizi utili per risolvere il caso, avvistare i tanti pericoli presenti in gioco ed offrirvi il suo aiuto per affrontarli. Durante le lunghe passeggiate nella foresta della strega di Blair avrete a che fare con pericoli di vario tipo che eviterò di spoilerarvi per non rovinarvi la sorpresa.

Il gioco richiama per certi versi alcune meccaniche viste in Alan Wake, tramutando la torcia non solo in uno strumento per orientarsi al buio ma anche per scacciare alcuni pericoli.

Se la presenza del cane non basta ad aggiungere un pizzico di originalità al genere survival, allora apprezzerete sicuramente il duplice utilizzo della videocamera, la quale oltre a poterla utilizzare per orientarsi al buio e vedere cose che ad occhio nudo non è possibile notare, può essere usata anche per far comparire nel gioco alcuni oggetti presenti nelle registrazioni recuperate.

Questa particolare meccanica vi servirà per risolvere gli enigmi e recuperare indizi importanti. L’assenza di un radar, una mappa o una qualsiasi altra indicazione che vi permetta di orientarvi, tralasciando il cane che a volte vi guiderà fino all’obiettivo, vi farà girare a vuoto nelle grandi ambientazioni, perdendovi di continuo, per poi scoprire di essere tornati al punto di partenza.

Tramite l’apposito tasto è possibile richiamare un’altra ruota, la quale include l’inventario, il cellulare, la torcia e una radiotrasmittente, oggetti utili per comunicare con altri personaggi a distanza.

Nel corso dell’avventura riceverete messaggi sul cellulare, chiamate dallo stesso o dalla radiotrasmittente e raccoglierete oggetti come chiavi, statuette ed altro ancora da utilizzare ad avventura inoltrata, per aprire serrature bloccate, riparare dei meccanismi ed altro ancora.

E la paura? Blair Witch è un survival horror e come ogni survival che si rispetti è pronto a tenervi in tensione per l’intera durata, con grida, sussurri, movimenti bruschi tra le foglie del grande bosco e naturalmente gli scarejump pronti a farvi sobbalzare dalla sedia.

Nonostante per la maggior parte del tempo vi troverete a vagare in un bosco oscuro, non mancheranno all’appello caverne da esplorare, case abbandonate ed ogni altra struttura che potete trovare in una foresta maledetta.

Alcune fasi del gioco avverranno in pieno giorno, altre nel cuore della notte, alternando le stesse attraverso delle allucinazioni del protagonista. In qualsiasi momento è possibile salvare la partita, permettendovi dunque di proseguire successivamente, affidandovi al salvataggio automatico o manuale.

Graficamente parlando il titolo propone scenari lussureggianti, dettagliati e di tutto rispetto, con una modellazione poligonale eccelsa. Il comparto Audio non è certo da meno, con suoni e rumori posizionati strategicamente, e il Gameplay parla da solo.

Blair Witch è un Survival Horror che merita di essere giocato dall’inizio alla fine, nonostante non sia il capolavoro che mi sarei aspettato, è la dimostrazione di come anche un lungometraggio cinematografico può dare vita ad una valida trasposizione videoludica.

Blair Witch Gameplay Trailer

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 7.4/10
    Sonoro - 7.4/10
  • 7.6/10
    Trama - 7.6/10
  • 7.5/10
    Longevità - 7.5/10
7.5/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy