Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, PS4 e PS5, Recensioni Videogiochi, Switch, Xbox One e Scarlett

Close to the Sun: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Lanciato diverso tempo fa su PC, Close to the Sun è disponibile anche su Xbox One, PS4 e Nintendo Switch, ed oggi voglio condividere con voi la Recensione dell’ultima creatura di casa Storm in a Teacup.

Close to the Sun Trailer

Close to the Sun trasporta il giocatore nel lontano 1890, in un’epoca in cui i macchinari muovevano i primi passi verso un futuro tecnologico. Il gioco è ambientato all’interno di una grande imbarcazione, nella quale una misteriosa entità sta decimando i pochi sopravvissuti rimasti.

Non ci sono poteri da padroneggiare, armi da fuoco da impugnare o particolari abilità. Nella terrificante avventura vestirete i panni della giornalista Rose Archer, la quale si troverà ad affrontare enigmi di ogni tipo e fuggire allo stesso tempo dai pericoli che si annidano nei luoghi tenebrosi di un nave che ricorda per certi versi il Titanic.

Non mancano naturalmente all’appello gli scare jump ed elementi tipici di un walking simulator, fondendo narrazione e puzzle al genere Survival Horror.

Negli scenari vi imbatterete in pezzi di giornali, lettere, manifesti e collezionabili vari, dai quali potete ottenere maggiori informazioni sulla trama, la quale ha luogo in ‘epoca in cui Jack lo Squartatore seminava morte tra i vicoli di White Chappel.

La nave seppur presenta atmosfere tipiche di un horror, curate nel dettaglio in parte e meno in altre , offre differenti enigmi da risolvere, alcuni facili altri che richiederanno un pò di intelletto oltre i giusti oggetti.

Se da un lato vi troverete a camminare per la nave accompagnati dalla narrazione, dall’altra dovrete risolvere enigmi e fuggire da strane creature elettriche.

 

Purtroppo però in termini tecnici il titolo appare macchinoso, obbligando il giocatore ad esempio a cliccare su uno specifico punto per superare degli ostacoli o compiere animazioni che permettono alla protagonista di infilarsi nei cunicoli, passare sopra delle barricate o attivare degli interruttori.

La trama si suddivide in momenti di accelerata dove dovrete fuggire dai mostri, risolvere enigmi velocemente e trovare un nascondiglio utile, e momenti di calma dove potrete passeggiare per l’imbarcazione, seppure a spezzare l’adagiarsi sugli allori vi siano gli scarejump.

La storia vi porterà a vivere eventi tra passato a presente attraverso una sorta di visione, pronta a raccontare al giocatore cosa è accaduto poco prima dell’arrivo o qualche tempo addietro. 

10 i capitoli, di cui i primi con ritmo lento ed i restanti resi più frenetici quasi a comunicare al giocatore di avvicinarsi alla fine dei giochi. Il mistero che si cela attorno all’imbarcazione e agli strani avvenimenti viene svelato gradino dopo gradino, senza contare la presenza di colpi di scena.

Close to the Sun è un’avventura horror per pochi, una sorta di Outlast in cui non è possibile difendersi ma bisogna solo fuggire dal pericolo, condendo il tutto con una generosa presenza di enigmi ad una narrazione solida.

Close to the Sun Gameplay Trailer

  • 7.5/10
    Grafica - 7.5/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 7.4/10
    Sonoro - 7.4/10
  • 7.7/10
    Trama - 7.7/10
  • 7.5/10
    Longevità - 7.5/10
7.4/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy