You cannot copy content of this page
Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, Recensioni Videogiochi, Switch, Xbox One e Scarlett

Creature in the Well: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Dalla geniale mente del piccolo team di sviluppo Flight School Studio arriva Creature in the Well, ed oggi voglio condividere con voi la Recensione, anticipandovi che il gioco è disponibile su PC, Xbox One e Nintendo Switch.

Creature in the Well Recensione

Creature in the Well è una ricetta videoludica nata da ingredienti come l’hack ‘n’ slash, l’arcade e il dungeon crawler. Il nuovo esperimento del piccolo team di sviluppo vi porterà in un mondo in cui i robot hanno preso il sopravvento sul genere umano e dove la realtà e il virtuale si fondono tra loro dando vita ad una nuova era.

Ambientato in una montagna, Creature in the Well vi fa vestire i panni dell’ultimo degli Ingegneri, un robot il cui compito è quello di mantenere il giusto equilibrio nella società, a seguito della comparsa di una misteriosa e pericolosa creatura.

Come anticipato si tratta di un dungeon crawler strutturato a livelli, per un totale di 8 dungeon ognuno simboleggiante una parte differente di un grosso macchinario, nei quali dovrete risolvere enigmi, raccogliere risorse ed evitare pericoli mortali di ogni tipo.

 

Per poter sbloccare l’accesso alle varie aree dovrete accumulare quanta più energia possibile, evitando allo stesso tempo gli ostacoli. La presenza di risorse è estremamente generosa, ciò vi porterà ad accumularne anche per le missioni successive.

Il gioco vi pone fin da subito di fronte 2 scelte: risolvere gli enigmi ed ottenere ricompense esclusive o ignorare alcuni puzzle per proseguire comunque verso la meta. Gli enigmi fanno leva per lo più sulla logica, i quali richiederanno l’uso delle armi in dotazione fin dall’inizio, una spada e una mazza.

Ed è qui che entra in gioco l’Arcade, il quale si sposa alla perfezione con le meccaniche del tipico dungeon crawler, tramutando allo stesso tempo il gioco in una sorta di flipper con visuale isometrica, dove bisogna prendere al volo le sfere e colpirle. 

 

La presenza di stage a tempo mette una lieve pressione sul giocatore, obbligandovi a trovare la soluzione degli enigmi in un lasso di tempo ridotto, ma in compenso ottenendo una quantità di energia molto generosa una volta completati.

Creature in the Well come ogni dungeon crawler che si rispetti presenta stanze nascoste, che una volta trovate ed aperte ricompensano il giocatore con nuove armi, energia, collezionabili ed altro ancora.

Le armi variano da mazze di vario tipo a rottami degli ingegneri smantellati, i quali una volta recuperati possono essere utilizzati per personalizzare e potenziare il proprio personaggio.

 

 

Al termine di ogni dungeon avrete a che fare con il boss di turno, aggiungendo quel pizzico di azione che non guasta all’intera esperienza. La trama viene narrata attraverso delle brevi cutscene che vengono mostrate ogni qual volta si sconfiggere il nemico, nutrendo il giocatore in pillole ed illustrando gradualmente i vari dettagli che compongono la trama.

Il tutto realizzato con uno stile grafico cartoonesco ma dai tratti oscuri. Il mondo di Creature in the Well è colorato ed ogni zona utilizza differenti palette, caratterizzando e diversificando gli scenari.

Purtroppo il tasto dolente del titolo risiede nel comparto audio, che non propone una colonna sonora coinvolgente e ritmica ma si limita agli effetti sonori delle sfere. Un’avventura decisamente originale e unica che vi consiglio di tenere in considerazione.

 

Creature in the Well Gameplay Trailer

  • 6.2/10
    Grafica - 6.2/10
  • 6.5/10
    Gameplay - 6.5/10
  • 7.4/10
    Trama - 7.4/10
  • 5/10
    Sonoro - 5/10
  • 7.4/10
    Longevità - 7.4/10
6.5/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy