Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Recensioni

Cyberpunk 2077: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Dopo ben 7 anni di sviluppo e svariati rinvii, l’ultima fatica del team CD Projekt RED è finalmente disponibile su PC, PS4, Xbox One e Google Stadia dal 10 Dicembre. Dopo aver trascorso del tempo in sua compagnia quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di Cyberpunk 2077, con la premessa che il voto assegnato, le critiche ed eventuali giudizi riguardano la versione da me testata, ossia PS4 su PS5.

Purtroppo Cyberpunk 2077 debutta sul mercato solo sulla vecchia generazione di console, in quanto su Xbox Series e PS5 sarà disponibile tramite un aggiornamento gratuito dal 2021, dunque allo stato attuale l’unico modo per giocarlo seriamente è su PC. Ho avuto la sfortuna di avere tra le mani la versione PS4, che come detto l’ho giocata su PS5 tramite la retrocompatibilità, migliorando lievemente i tempi di caricamento ed altri pochi aspetti, nonostante il titolo sia pur sempre un completo disastro.

E’ vero che nel corso del tempo CD Projekt RED ha rilasciato ben 6 aggiornamenti, risolvendo numerose problematiche, ma allo stato attuale resta pur sempre un’esperienza altamente sconsigliata da vivere su console, per cui non avete un PC da Gaming puntate a Google Stadia o attendete che la situazione migliori su console. Dopo questa premessa voglio addentrarmi nella Recensione, illustrandovi come sempre tutto quello che il titolo ha da offrire, quali sono le problematiche, eventuali pregi e naturalmente difetti.

Con Cyberpunk 2077, CD Projekt RED abbandona il fantasy visto nella serie The Witcher, per intraprendere una nuova strada verso l’open world in prima persona, in un ipotetico futuro in cui la tecnologia la fa da padrone, diventando così importante per la vita quotidiana, da sostituire gli organi umani o portarli ad un livello successivo, rendendo gli esseri umani delle vere e proprie macchine. Nel gioco vestite i panni di V, un protagonista le cui sembianze vengono stabilite tramite un generoso editor iniziale, il quale consente anche di scegliere quali attributi sessuali equipaggiare e le loro fattezze, giusto per non far mancare nulla al giocatore.

Essendo un titolo prettamente in prima persona, inutile dirvi che uno dei modi per vedere il vostro personaggio e le sue personalizzazioni, è attraverso i veicoli che potrete guidare con camera in terza persona. Dopo aver creato il personaggio, scelta la fazione e quindi il passato del protagonista, un pò come accadeva con Mass Effect,e portato a termine il prologo, verrete lasciati liberi di scorazzare per le strade di Night City, cimentandovi nelle tante attività secondarie presenti. Cyberpunk 2077 è un open world a tutti gli effetti, avrete la possibilità di rubare veicoli ed esplorare la città in lungo e in largo, impugnare armi da mischia e da fuoco, migliorare le abilità del protagonista e i suoi equipaggiamenti, con una componente ruolistica più profonda di quella vista in The Witcher.

Night City ha molto da offrire, dai locali notturni a loschi commercianti di vario tipo, pronti a vendervi veicoli, completi, gadget ed equipaggiamenti di ogni sorta. In qualsiasi momento potrete utilizzare lo smartphone per chiamare i contatti e ricevere missioni extra, consultare la mappa con tutti i punti di interesse, richiamare uno dei veicoli della vostra collezione e molto altro. Tramite il touchpad del Dual Sense o Dual Shock 4 (se lo giocherete su PS4/PS5) potrete accedere al menù dove consultare il proprio livello e la reputazione, mandare avanti il tempo, creare armi ed equipaggiamenti vari con i materiali raccolti, ordinare lo zaino con tutto quello di cui avete bisogno durante le vostre scoribande, gestire al meglio l’inventario, quindi l’equipaggiamento indossato dal protagonista, oppure modificare i componenti cibernetici di V, installando mod per la corteccia frontale, sistema oculare, circolatorio, immunitario, nervoso, scheletro e cosi via dicendo.

Non solo potrete contare su un vasto e potente arsenale di armi e gadget, ma anche su mod per il corpo, pensate per rendere la vita di V più tecnologicamente avanzata possibile, permettendogli di hackerare specifici dispositivi, vedere informazioni con i propri occhi tramite la realtà aumentata e poter usufruire di una lunga serie di agevolazioni. La mappa di Night City è ricca e per ricca intendo davvero popolata di attività, troverete incarichi principali e secondari, convogli, sabotaggi, furti, missioni sicario e recupero, fixer pronti a rendere la vostra vita più agiata possibile, bisturi per modificare l’aspetto del personaggio, negozi di abbigliamento, centro medico, negozi di armi, carte da collezionare, crimini da sventare, il rigattiere per fare un pò di contanti, ristoranti dove nutrirsi, insomma c’è davvero di tutto, al punto che la mappa assumerebbe un’aspetto decisamente caotico, se non fosse per la possibilità di mostrare solo gli elementi interessati.

Naturalmente non manca poi all’appello la scheda del personaggio, dove utilizzare i punti talento ottenuti per migliorare le statistiche di V e sbloccare nuove abilità per riflessi, fisico, capacità tecnica, intelligenza, freddezza e cosi via dicendo. Ogni abilità può essere sbloccata e potenziata per diverse volte, rendendole più efficaci. Le abilità sono davvero numerose, per ogni categoria vi sono diverse sottocategorie, ciò vi permetterà di creare il personaggio che ritenete più opportuno, a seconda del vostro stile di gioco. E per finire vi è il Diario, il quale racchiude tutti i collezionabili raccolti, i messaggi ricevuti, le missioni in corso e completate, informazioni varie sui personaggi incontrati e tutto quello di cui avete bisogno per farvi un pò di cultra a Night City. Tramite l’HUD potete tenere sotto controllo le armi con le relative munizioni, il vostro stato di salute, i gadget a disposizione, la mini mappa per orientarvi, eventuali notifiche e incarichi da completare.

Come anticipato Cyberpunk 2077 non è giocabile in terza persona, dunque dovrete abituarvi a vivere l’intera avventura, escludendo le scoribande a bordo di un veicolo, in soggettiva. Contenuti parlando avrete intuito che l’ultima fatica del team CD Projekt RED ha davvero molto ma molto da offrire, al punto che trascorrerete intere giornate su di esso, completando tutte le varie attività, sbloccando, creando e ottenendo ogni equipaggiamento, gadget e personalizzazione estetica, senza contare i collezionabili. In termini dunque di longevità, cose da fare e personalizzazioni nulla da ridire, il team ha svolto un egregio lavoro per rendere Cyberpunk 2077 più completo possibile, il vero problema risiede nella stabilità e nella qualità complessiva del gioco, su console naturalmente. Vi ho difatti detto ad inizio Recensione di aver avuto la sfortuna di giocarlo su PS5 ma in versione PS4. E’ vero che la situazione è migliorata notevolmente rispetto al lancio, ma il titolo presenta ancora svariati problemi che devono essere risolti per rendere l’esperienza usufruibile anche da chi gioca su vecchia generazione.

Non essendo disponibile l’aggiornamento nextgen a PS5, la versione da me testata seppure girava su nextgen era oldgen, di conseguenza si è portata dietro tutte le problematiche date dai limiti imposti dal team a causa del vecchio hardware. Durante il mio soggiorno a Night City mi sono imbattuto in crash, bug e glitch di ogni sorta, ritardo nel caricamento delle texture, chiusura improvvisa del gioco, cali di frame rate, ed un comparto grafico tutt’altro che brillante, dando la sensazione di giocare su un PC di fascia bassa. Una mole così numerosa di problematiche da rendere il titolo frustrante e ingiocabile. Ripeto, dopo 6 aggiornamenti il team ha apportato migliorie e cambiamenti significativi, ma la strada per renderlo godibile su console oldgen è ancora lunga.La retrocompatibilità permette di giocarlo su nextgen ma non essendo una versione nativa, non aspettatevi miglioramenti notevoli, ci sono indubbiamente degli accorgimenti maggiori, ma tenete presente che fino a quando non uscirà l’aggiornamento nextgen, resta pur sempre un titolo oldgen in retrocompatibilità.

Ho apprezzato indubbiamente la trama, i colpi di scena, il doppiaggio dei personaggi, anche se in alcuni momenti ho avuto la sensazione di avere di fronte un Luca Ward con il suo bel copione, pronto a leggerlo in modo lineare più che a interpretarlo e farlo suo. Contrariamente a quanto visto in The Witcher, Cyberpunk 2077 è completamente in italiano, ciò permette a chi non mastica l’inglese di godersi appieno ogni momento, evitando dunque di perdersi le sfumature a causa della lettura dei sottotitoli. In qualsiasi momento è possibile salvare e caricare i progressi, permettendo al giocatore di uscire dal gioco e riprendere la partita in un secondo momento, piuttosto che attendere di completare la missione. Cyberpunk 2077 è un capolavoro se lo si guarda dal punto di vista del gameplay e dei suoi contenuti, ma non lo è se ci si sofferma ad analizzare la qualità complessiva del titolo su console di vecchia generazione. Per tale motivo ci tengo a ripetervi che qualora non disponiate di un PC da Gaming, vi consiglio di attendere il rilascio di maggiori aggiornamenti.

Il voto da me assegnato in questa Recensione riguarda dunque l’esperienza che ho ricevuto su PS5 in retrocompatibilità, perchè ritengo che non sia corretto dare false speranze o lucciole per lanterne a voi cari lettori che giocate su console di vecchia generazione, ammaliandovi con un finto “è una gioia per gli occhi” cosa che è possibile senza ombra di dubbio affermare su PC e in futuro su nextgen con l’apposito aggiornamento, ma allo stato attuale Cyberpunk 2077 è molto ricco in contenuti e varietà ma nulla più.

7/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE