Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Manga e Fumetti, Recensioni Manga e Fumetti

Ernest & Rebecca: Recensione di Il paese dei sassi che camminano

Nel corso dell’estate vi ho parlato di Ernest & Rebecca, una nuova serie a fumetti, rivolta per lo più ad un pubblico minore, giunta in Italia a distanza di tempo dal debutto in Francia.

In attesa del quinto volume in arrivo questo mese, oggi voglio condividere con voi la Recensione di Il paese dei sassi che camminano, che focalizza l’attenzione del lettore non tanto sull’amicizia tra Ernest e Rebecca ma sul rapporto di quest’ultima con il padre.

Nei mesi precedenti abbiamo assistito al lancio dei primi 4 volumi, di cui il primo introduttivo ed i restanti dedicati a personaggi specifici della serie, come nonni, amici e parenti vari.

Il paese dei sassi che camminano è un volume uscito in piena estate, ciò spiega non solo l’ambientazione scelta dall’autore ma anche la storia, la quale ruota attorno a Rebecca che si reca in vacanza a casa del padre, essendo separato dalla moglie.

Ernest & Rebecca Recensione di Il paese dei sassi che camminano

Il padre vive in una casa in riva alla spiaggia, la distanza da Rebecca non gli permette di vederla giornalmente, nel periodo in cui può tornare alla sua dimora di origine per trascorrere del tempo con sua figlia, deciderà di farle vivere un’avventura estiva, portandola con se ad esplorare i fondali marini, promettendole di mostrarle i sassi che camminano, che altri non sono che dei paguri.

La storia si apre con il viaggio in auto di Rebecca con suo padre e sorella Coraline, la quale nei volumi precedenti è stata protagonista di una storia d’amore con un ragazzo. La mancanza di quest’ultimo porterà il padre a lasciarla alla prima stazione utile, per consentirle di tornare indietro a rivederlo, così che Rebecca e suo padre restano soli, l’occasione ideale per entrambi di recuperare il tempo perduto.

Nel quarto volume Ernest viene quasi messo da parte, apparendo di tanto in tanto come personaggio secondario, focalizzando l’attenzione del lettore sul rapporto tra Rebecca e suo padre, Rebecca ed un presunto fidanzatino della stessa, il tradimento del ragazzo di Coraline e la nuova vita sentimentale del padre di Rebecca. I genitori si sono separati, non riuscendo a risanare i legami sgualciti nel tempo, ciò ha portato gli stessi trovare un nuovo partner.

Se fino ai volumi precedenti Ernest aveva un ruolo importante nella storia, dopotutto il fumetto si chiama Ernest & Rebecca, nel quarto volume intitolato I sassi che camminano, ho avuto l’impressione che l’autore volesse marcare alcune sottotrame accennate lievemente in passato, per tornare sull’amicizia tra il microbo e la bimba in un secondo momento, e la conclusione del fumetto, che naturalmente non vi spoilero, è la dimostrazione di quanto detto.

I sassi che camminano si lascia leggere con nonchalance, risultando non così coinvolgente come i precedenti volumi, quasi a voler forzare il tema estivo del momento. Rebecca si ritrova con i genitori separati, un Ernest pronto a farsi di nuovi amici ed un bimbo che non ricambia i suoi sentimenti, il suo atteggiamento a volte arrogante uscirà fuori di continuo nei confronti del padre, quasi a volersi in qualche modo sfogare.

Come i precedenti volumi, anche quest’ultimo si legge in mezzora o poco più, a causa del numero ridotto di pagine e vignette, il tempo necessario per raccontare una storia che fa più da ponte tra le prime avventure del duo e le novità che arriveranno nel corso dei mesi più freddi.

2.5
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy