Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Recensioni

Ernest & Rebecca: Salviamo il Signor Rebauld – Recensione

Dopo Ernest & Rebecca: Un sacco di buonumore, quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di Ernest & Rebcca: Salviamo il Signor Rebauld, il settimo volume della serie attualmente in corso, la quale naturalmente riprende le vicende di Rebecca e del microbo Ernest, con alcuni chiari riferimenti ai precedenti numeri. Salviamo il Signor Rebauld è incentrato per l’appunto sul tentativo da parte di Rebecca e dei suoi compagni di classe, di riportare alla cattedra il loro vecchio insegnante, sostituito da una donna considerata una strega, per via del suo mantello rosso. Il settimo volume di Ernest & Rebecca da naturalmente anche il giusto ma non troppo spazio a Coraline, la sorella di Rebecca, lasciatasi da poco con il ragazzo che l’ha tradita, la quale scoprirà chi è il misterioso individuo che si cela dietro il contatto con cui scambiava messaggi su Internet, al fine di specificare ai nuovi lettori di chi si tratta, viene fatto un chiaro riferimento alla lettura di alcuni dei volumi precedenti, mediante una didascalia.

Supporta Tech Gaming abbonandoti al canale Twitch (clicca qui) (collega Amazon Prime a Twitch cliccando qui) e/o acquista su Amazon (clicca qui),ENEBA (clicca qui) e/o Instant Gaming (clicca qui) oppure usando il codice creatore TGITA su Fortnite e/o nell'Epic Games Store

Salviamo il Signor Rabauld è anche il numero in cui viene stravolto il pensiero del lettore su uno specifico personaggio, il quale apparirà differente da come è sempre stato, il che potrebbe essere un cambio di direzione da parte degli autori, a seguito di un evento che ha visto coinvolta anche Coraline. Un personaggio che è sempre stato di sesso maschile, diventato magicamente nel settimo volume di sesso femminile. Al di la dell’apparente tentativo da parte degli autori di seguire la moda del momento, Ernest & Rebecca prosegue le disavventure del duo, che questa volta dovranno fronteggiare la nuova insegnante, il cui carattere è ben lontano da quello del Signor Rebauld, tutt’altro che gentile, esigente e in prima fila per punire i suoi alunni. Da un lato abbiamo una Rebecca che sta crescendo, in una famiglia in cui la madre vive con un nuovo compagno, dall’altra Coraline che si trova nel bel mezzo dell’adolescenza, alle prese con la prima sigaretta, una nuova amica ed una possibile relazione.

Nonostante la copertina del volume spoilera in parte il tema principale del volume stesso, si lascia davvero poco spazio all’avventura che porterà il gruppo di giovani marmotte a scoprire la verità che si cela dietro la nuova insegnante, focalizzando maggiormente l’attenzione sia nella vita scolastica di Rebecca e la progettazione del piano per riportare il vecchio insegnante, che i brevi episodi di Coraline, la quale da sempre è stata un personaggio secondario nell’intera vicenda, la quale probabilmente avrà più ruolo in futuro a seguito della nuova scoperta. Ad ogni modo, Salviamo il Signor Rebauld non riesce a conquistare l’attenzione del lettore come i precedenti numeri, nonostante il tentativo degli autori di abbracciare la modernità e cercare di passare al gradino successivo della vita. Certo, Rebecca ha sette anni ma resta pur sempre la bambina conosciuta nei volumi precedenti, trasformando una comunissima insegnante in una perfida strega.

Il settimo volume vede il ritorno seppure in parte di alcuni vecchi personaggi ed altri solo accennati in qualche vignetta, concludendosi per il meglio, con il ritorno di Rebauld alla guida dei suoi studenti, lasciando il finale a interpretazione su un possibile ottavo numero.Rebecca abbandona le rotelle per iniziare ad usare la bici in modo tradizionale, segno che sta crescendo e che si ritroverà prossimamente ad affrontare i veri problemi della vita. Non ci è dato sapere per ora se gli autori porteranno la giovane peste a diventare adulta o se le sue disavventure con ernest si concluderanno prima di allora, solo il tempo ce lo dirà.

3
Condividilo

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE
error: Questo contenuto è protetto e non può essere copiato!