Tech Gaming
Social Network
Filed under: Recensioni

Flashout 3: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Se amate i giochi di guida futuristici e siete cresciuti con i capolavori degli anni 90, ricorderete sicuramente la celebre saga di F-Zero, la quale nel corso degli anni ha dato vita ad eredi come Wipeout ed altri. In un periodo in cui i giochi di guida simulativi o arcade ma incentrati su vetture e circuiti realmente esistenti la fanno da padrone, titoli di questo tipo fortunatamente sono ancora di moda, e con tale premessa a seguire voglio condividere con voi la Recensione di Flashout 3, tornato con il suo terzo episodio su PC e Console, portando nuovi contenuti per la gioia di chi ha apprezzato i precedenti capitoli. Come visto in Wipeout col progredire del gioco sbloccherete nuove classi di veicoli, con la possibilità di cimentarvi sia nella modalità campagna, suddivisa in 10 tornei, che competitive tradizionali. In ogni torneo vi troverete a partecipare a gare standard, distruzione, eliminazione e giro veloce.

Come da nome la standard è una gara che richiede di raggiungere il traguardo nella migliore posizione possibile, le gare distruzione assegnano la vittoria a chi come da nome distrugge il maggior numero di avversari, eliminazione invece richiede di gareggiare evtiando la squalifica, e infine il giro veloce è per chi vuole provare ciascuna pista o vettura che il titolo ha da offrire. Il punteggio finale al termine di ogni competizione, viene assegnato in base alla posizione, i sorpassi, le eliminazioni, vittorie ed altre azioni compiute in gara, permettendovi di sbloccare nuovi veicoli per un totale di 8, con 3 varianti per ciascuno e 10 percorsi, percorribili anche in speculare, oltre potenziamenti da installare sul proprio bolide. Il sistema di progressione invita il giocatore a gareggiare puntando alla vittoria e registrando il miglior punteggio possibile.I potenziamenti a disposizione variano dai classici missili a scudi, droni sentinella, bombe appiccicose, onde elettromagnetiche ed altri, utili sia per spazzare via gli avversari che difendersi dai colpi subiti.

Come in Wipeout anche in Flashout 3 potrete fare il giro della morte a bordo del veicolo, e dovrete affrontare ogni curva e salto con la massima precisione, sopratutto se a grandi velocità. La presenza del supporto VR oltre che i controlli di movimento, rende l’esperienza ancora più immersiva, divertente e coinvolgente, seppure sia afflitta da diversi problemi. Dalla fisica dei veicoli non proprio precisa, a potenziamenti che se da un lato risultano vantaggiosi dall’altra possono diventare un’arma a doppio taglio, causando ancora più instabilità nella guida dei veicoli. Nulla da dire sul fronte grafico, il quale offre scenari belli da vedere, meno invece per il design della navicelle. Un punto a favore va alla colonna sonora, la quale come da tradizione per i giochi della serie o di questa tipologia, restiuisce un’esperienza reattiva, frenetica e coinvolgente, con quel ritmo che incita il giocatore a dare il meglio di sè durante la competizione. Sfreccerete a grandi velocità, farete giri della morte e assisterete a distruzioni di ogni sorta, con luci al neon e scenari che spaziano da città futuristiche a canyon, gallerie ed altre ancora, pronte a non perdonare al giocatore il minimo errore durante un salto o nell’affrontare una delle tante curve.

7.5/10
Condividilo