Tech Gaming
Social Network
Filed under: Recensioni

Gamesir X3: Recensione e Unboxing

Dopo avervi parlato del Controller per smartphone Gamesir X2, quest’oggi su gentile concessione dell’azienda voglio condividere con voi la Recensione del Gamesir X3, successore del celebre controller, il quale presenta un’aggiunta davvero interessante, utile sopratutto nel caso in cui giochiate MMORPG e titoli simili, i quali necessitano di specifiche risorse e oltre a consumare batteria riscaldano il dispositivo. Parto subito dal contenuto della confezione, al cui interno potete trovare sia il controller Gamesir X3 che la garanzia, un manuale di istruzioni, l’adesivo dell’azienda, un cavetto USB per l’alimentazione e ricambi per croce direzionale, stick analogici e pulsanti, il tutto racchiuso in un comodo astuccio per portare con sè il controller.

A differenza della precedente versione, il Gamesir X3 richiede Android 9.0, smartphone con porta USB Type-C e OTG attivo, quest’ultimo è presente di default sugli smartphone Huawei, Samsung, Xiaomi e Google. La connessione con lo smartphone avviene in modo semplice e veloce, vi basterà collegare lo smartphone alla porta USB Type-C, dopo di che estendere il controller per agganciare il dispositivo mobile correttamente, ad indicare il funzionamento vi sono due led, uno lampeggiante che rappresenta la connessione in corso e l’altro fisso che informa il giocatore sulla connessione stabilita con successo. Connesso lo smartphone al controller Gamesir X3 Type-C siete pronti per utilizzarlo, tramite applicazioni come Octopus, la quale permette di mappare i tasti del controller in ogni singolo gioco Android, da segnalare anche TapTap to Follow, quest’ultima da installare manualmente tramite file APK, la quale permette di configurare il controller al meglio, consultare la lista dei giochi supportati ed altro ancora.

Prima vi ho anticipato di una caratteristica interessante e che rende il nuovo modello davvero nuovo rispetto al precedente, mi sto riferendo alla ventola posizionata sul retro del controller, la quale permette di raffreddare lo smartphone o comunque assicurarsi che quest’ultimo mantenga una certa temperatura durante il gioco in Mobile con titoli che surriscaldano il dispositivo. Una cosa che mi ha fatto storcere il naso risiede nel fatto che la ventola in questione non può essere usata normalmente ma deve essere connessa via USB, usando il cavetto in dotazione, ad un’alimentazione esterna, che sia il powerbank, la porta USB di un PC, un adattatore USB (non incluso nella confezione) o altro. Il controller si ricarica automaticamente mentre lo utilizzate, qualora naturalmente lo smartphone sia compatibile con la tecnologia in questione, in caso contrario non dovrete far altro che usare il cavetto in dotazione per ricaricare il controller.

L’impugnatura è solita ed estremamente comoda, ciò permette di usare il controller per ore senza stancare le mani, con tasti semi-morbidi alla pressione e dorsali con un finecorsa piuttosto ridotto. Se avete usato un qualsiasi altro controller GameSir della serie X in passato, riconoscerete lo stesso identico layout e qualità dei tasti, come detto la principale differenza del modello X3 risiede nella presenza della ventola posteriore. Grazie alla sua notevole estensione potete utilizzarlo con smartphone di qualsiasi dimensione in display, un controller idealer per giocare MMORPG, RPG ed altri titoli più usufruibili con tasti fisici che digitali. Se siete interessati ad acquistarlo potete trovarlo sul sito ufficiale

Condividilo