Tech Gaming
Social Network

Segui Tech Gaming sui Social Network per restare aggiornato su tutte le novità in tempo reale (clicca qui)

Filed under: Recensioni

Moss Book 2: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

A distanza di anni dal lancio del primo capitolo, il piccolo Quill torna con un sequel, ed oggi voglio condividere con voi la Recensione di Moss Book II, la nuova avventura del celebre topolino in realtà virtuale. Pur essendo trascorsi diversi anni da quando Moss debuttò su PSVR, il sequel riprende le vicende lasciate in sospeso nel predecessore, ambientato dopo la sconfitta di Sarffog e il salvataggio dello zio. Book 2 porta il giocatore in scenari inediti, con la missione di recuperare un cristallo necessario per combattere il malvagio di turno, aggiungendo quel pizzico in più di fantasy che lo rende una vera e propria fiaba virtuale. Il primo capitolo è stato per lo più una sorta di esperimento in un periodo in cui la VR muoveva i primi passi su console, con Moss II gli autori si sono assicurati di garantire al giocatore la migliore esperienza possibile per un platform col visore, divertente, coinvolgente ed originale, con quella marcia in più che mancava al suo predecessore. I mondi di gioco sono maggiormente dettagliati, ricchi di segreti e collezionabili da recuperare, oltre pericoli da affrontare, un’avventura che si vive tutta d’un fiato, come un appagante lettura delle fiabe del focolare.

Scopri le Migliori Offerte Gaming su Amazon (clicca qui) Eneba (clicca qui) Instant Gaming (clicca qui) e CDKeys (clicca qui)

Certo, Moss II porta delle novità nella serie ma non abbandona la formula canonica con il quale è stato concepito. Pur vestendo i panni del piccolo topolino, la camera ha un che di isometrico il più delle volte, dando al giocatore la senzione di osservare il tutto dall’esterno, come un diorama che prende vita. Tra le novità menziono notevoli miglioramenti nei movimenti del protagonista, numerose armi aggiuntive, le quali variano non solo in estetica ma anche caratteristiche, ed un sistema di combattimento divertente e dinamico, frenetico e che si lascia piacevolmente apprezzare. Con le armi non potrete solo attaccare ma anche interagire con lo scenario per risolvere gli enigmi ambientali proposti. Come gli equipaggiamenti anche i nemici ricevono migliorie e modifiche, con l’aggiunta di diversi inediti, ognuno con un proprio set di attacchi, combo e punti deboli. Da elogiare il lavoro svolto sopratutto nel DualSense o Dual Shock, essendo il titolo disponibile su PS4 in retrocompatibilità con PS5, con tempi di risposta immediati, oltre naturalmente Meta Quest 2.

Sul fronte ambientazioni vi troverete ad attraversare foreste, castelli e villaggi medievali, scenari innevati e molti altri che sembrano usciti da un libro delle fiabe. Moss Book II presenta ambientazioni che si lasciano piacevolmente apprezzare ed ammirare, grazie ad una buona cura dei dettagli. Trascorrerete del tempo ad esplorare, in cerca di segreti e collezionabili, vivendovi l’intera storia nel giusto tempo per raggiungere i titoli di coda. Se avete apprezzato il primo capitolo troverete ancora più interessante il sequel, grazie alla mole non indifferente di novità e miglioramenti implementati, mancanze evidenti fin dalle prime fasi nel primo capitolo. Moss Book II come anticipato non è giocabile senza visore, essendo stato concepito principalmente per il VR, dando quel senso di immersione al giocatore che lo rende un platform unico nel suo genere. Vi conquisterà fin da subito, sia che proveniate dal prequel che siate nuovi giocatori, una piccola avventura che vi porterà alla conclusione senza accorgervi del tempo trascorso indossando il visore.

8.5/10
Condividilo