Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Recensioni

Open Country: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Nel corso degli anni abbiamo assistito al lancio di numerosi giochi di caccia e pesca, rivolti a tutti gli appassionati del genere. Quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di Open Country, disponibile su PC e Console, il quale fonde le attività menzionate al genere survival.

Il gioco si apre con il vostro arrivo in una locanda transadata, in cerca di vitto e alloggio. Il proprietario dell’attività deciderà di offrirvi tutto gratuitamente, a patto che lavoriate per lui, portando a termine una serie di attività di caccia, pesca e sopravvivenza, dalla consegna di merci al crafting, cattura e quanto altro ancora. Dopo la breve introduzione verrete lasciati liberi di esplorare la generosa mappa di gioco, in cerca di materiali utili per iniziare la vostra sopravvivenza all’aperto.

Come ogni survival sarete chiamati dunque a procurarvi legna, paglia, sassi ed ogni altro materiale utile allo scopo, al fine di craftare un rifugio per la notte, armi per cacciare e pescare, esche e quanto altro ancora. Esplorando le varie località vi imbatterete in NPC pronti ad assegnarvi degli incarichi da portare a termine, ricompensandovi generosamente. Con l’aumento del livello potrete migliorare le attrezzature in dotazione e cimentarvi in missioni più complesse e longeve.

Il genere Survival, così come i giochi di caccia e pesca necessitano di una bella infarinatura iniziale, sopratutto se siete nuovi giocatori, per questo è presente un Tutorial dettagliato che vi indica i materiali da raccogliere, dove o come fare per procurarseli, come costruire ed affrontare le minacce, perchè si, il mondo di Open Contry è popolato da creature di vario tipo dalle quali dovrete difendervi o che potrete cacciare e pescare. Il titolo fonde ciò che è di buono nei giochi di caccia e pesca con una generosa quantità di elementi tratti dal genere Survival, creando l’esperienza definitiva, che nonostante sia venduto ad un prezzo economico ha molto da offrire.

Certo, mi sono imbattuto in qualche bug di qua e là, ma nulla che rovini l’esperienza offerta. Nel corso del gioco potrete contare sull’aiuto di un amico a 4 zampe e spostarvi nello scenario a bordo di un veicolo oltre che a piedi, tenendo presente che l’inventario a disposizione non ha limiti, tuttavia più oggetti raccoglierete e meno veloce andrà il personaggio, appesantito da tutto ciò che portate con voi. In qualsiasi momento potete richiamare l’inventario per poter scartare, usare e combinare i vari materiali e consumabili raccolti. Come ogni Survival non mancano all’appello elementi da tenere sotto controllo, tra cui fame, sete, stanchezza ed eventuali avvelenamenti, riportati nell’hub tramite le apposite barre.

Da elogiare l’interfaccia che dispone di tutto quello di cui avete bisogno per giocare, dal radar in alto in stile Fallout alla bussola, ciclo giorno/notte, suggerimenti ed altro ancora. Dal menu avete la possibilità di accedere alla mappa, le missioni, il crafting, l’inventario, le abilità e la salute del personaggio. La mappa mostra tutti i vari punti di interesse e località varie che potete raggiungere anche con il viaggio rapido. In missioni è riportata la lista delle attività da completare, sia principali che secondarie, ancora più interessante è il crafting, che elenca una lunga serie di creazioni con tanto di materiali di cui avete bisogno, dall’immagine di anteprima al numero di unità richieste.

Essendo un Survival non poteva di certo mancare all’appello il menu della salute, dove tenere sotto controllo ogni parte del proprio organismo, con tutte le informazioni nel caso in cui vi siano probelmi, come ad esempio ingerendo del cibo avvelenato. L’inventario mostra invece tutti gli oggetti che avete con immagine di anteprima, numero di unità e il peso complessivo, in questo modo potrete comprendere più facilmente quali elementi occupano spazio prezioso riducendo la velocità di movimento. Infine dal menu delle abilità potete sbloccare una lunga serie di skills, le quali si dividono in Armi, Sopravvivenza e Crafting, sono davvero numerose e impiegherete del tempo per ottenerle tutte. Ogni Abilità dispone inoltre di vari livelli, ad esempio la corsa può essere migliorata fino a ridurre per ben tre volte il rumore emesso dai passi.

In qualsiasi momento potrete richiamare un menu a scomparsa, nel quale sono presenti gli strumenti di uso comune che vi torneranno utili, come il binocolo, il walkie talkie, la luce e la borraccia dell’acqua. Open Country è giocabile in terza persona, ciò permette di vedere al meglio il vostro personaggio, che potrete personalizzare, seppure con pochi elementi a disposizione, tramite l’editor iniziale. Giocato su PC, il titolo offre una serie di personalizzazioni e modifiche in termini di resa grafica, con un comparto tecnico afflitto da qualche problema come già vi ho anticipato, ma nulla di grave da rendere l’esperienza frustrante.

Nonostante la generosa dimensione della mappa, questa appare difficilmente spoglia e priva di elementi con i quali interagire o attività da completare, ciò non rende vana l’esplorazione. Certo, graficamente parlando non è un tripla A ma è decisamente al di sopra della media, essendo un gioco economico. Open Country è giocabile sia in singolo che multiplayer co-operativo e competitivo, con la possibilità di scegliere una delle tre mappe a disposizione e gli animali da cacciare. Allo stato attuale il gioco necessita di accorgimenti e utleriori contenuti, ma nonostante ciò è un titolo che si lascia piacevolmente giocare, che intrattiene e diverte, sopratutto se siete appassionati del genere.

7/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE