Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, Realtà Virtuale e Aumentata, Recensioni Videogiochi

Suicide Guy VR: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità entra nel Canale News di Techgaming su Telegram cliccando qui

Correva l’anno 2017 quando il piccolo studio italiano Chubby Pixel propose un titolo fuori dal comune, che nella sua semplicità riusciva a divertire e intrattenere il giocatore per l’intera durata.

A distanza di 3 anni arriva la versione VR, senza indugiare dunque a seguire vi riporto la Recensione di Suicide Guy VR, anticipandovi che attualmente è disponibile su PC via Steam, ed ovviamente neceessita di un visore per la realtà virtuale.

Scopri le Migliori Offerte Amazon (clicca qui), Instang-Gaming (clicca qui) o CDKeys (clicca qui). Non dimenticare che puoi supportare TechGaming anche nell'Epic Games,digitando l'ID X0XSHINOBIX0X nel negozio di Fortnite ogni 14 giorni e al checkout.

Come suggerisce il nome stesso del gioco, in Suicide Guy lo scopo ultimo è il suicido, ebbene si, se solitamente in un gioco si cerca di evitare la morte e quindi il gameover, in Suicide Guy dovrete abbracciare la vostra fine per poter completare ciascun livello che compone l’avventura.

Suicide Guy VR Recensione

Nel gioco vestite i panni di un uomo barbuto, il quale mentre trangugia la sua birra seduto sul divano, si addormenta davanti al televisore, e la birra inevitabilmente gli scivola tra le mani, per evitare che cada a terra dovrete fare tutto ciò che è in vostro potere per risvegliarvi dal sonno, suicidandovi.

Suicidarsi in un sogno equivale a svegliarsi, o almeno questa è l’idea del panciuto e barbuto omone, ma non ha fatto i conti con i sogni nei sogni. Dopo il primo suicidio invece di risvegliarvi, vi rivoerete in una caffetteria degli anni 50, la quale funge da lobby per l’accesso a tutti i mini sogni proposti, nei quali dovrete sempre trovare un modo differente ed originale per farla finita.

Il più delle volte i sogni richiamano vecchi e iconici giochi come Super Mario bros, Film ed altre situazioni esilaranti, la domanda da porsi all’inziio di ciascun livello è “come mi ammazzo questa volta?” Un treno in corsa? perchè non prenderlo in pieno? un grattacielo? bhe, forse dovremo buttarmi di sotto, all’incirca questo sarà il vostro ragionamento per l’intera durata del gioco, la quale si attesta sulle 3 ore circa.

Se il gioco base era divertente e coinvolgente, la versione VR aggiunge quel pizzico in più di immersività che rende il titolo unico nel suo genere, dopotutto vedere un treno che vi viene contro alla massima velocità, è uno spettacolo che probabilmente non vorrete perdervi. Farla finita in ogni livello, indossando il visore, rende Suicide Guy davvero immersivo.

In ogni sogno però dovrete compiere una serie di azioni per poter arrivare alla morte del protagonista e risvegliarvi nuovamente nella caffetteria, per poi dirigervi al sogno successivo e cosi via dicendo, fino a quando non aprirete la porta di uscita che vi separa dalla birra che vi attende dall’altra parte della strada.

Graficamente parlando il titolo è un 3D colorato, il quale richiama lo stile che il team di sviluppo adotta nei suoi giochi, il tutto condito da una colonna sonora che varia di sogno in sogno, e che può essere disattivata interagendo con una radiolina rossa. Immediato, esilarante ed originale, coinvolgente quel tanto che basta da farvi dimenticare di trovarvi in realtà nella vostra camera.

Suicide Guy VR Gameplay Trailer

  • 6.6/10
    Grafica - 6.6/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 7/10
    Trama - 7/10
  • 7/10
    Sonoro - 7/10
  • 7.4/10
    Longevità - 7.4/10
7/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy