Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, PS4 e PS5, Recensioni Videogiochi, Switch, Xbox One e Xbox Series X

The Persistence: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Se vuoi rimanere informato sulle novità entra nel Canale News di Techgaming su Telegram cliccando qui

Lanciato nel 2018 su PC e PS4 in realtà virtuale, The Persistence è disponibile anche su Xbox One e Nintendo Switch oltre che le piattaforme menzionate senza supporto VR, giocabile dunque come un normalissimo Survival Horror, ed oggi voglio condividere con voi la Recensione.

The Persistence Recensione

Scopri le Migliori Offerte Amazon (clicca qui), Instang-Gaming (clicca qui) o CDKeys (clicca qui). Non dimenticare che puoi supportare TechGaming anche nell'Epic Games,digitando l'ID X0XSHINOBIX0X nel negozio di Fortnite ogni 14 giorni e al checkout.

Un equipaggio parte per lo spazio con l’intenzione di trovare un nuovo pianeta da colonizzare, al fine di garantire al genere umano la sopravvivenza.

Qualcosa non va come dovrebbe e i membri dell’astronave The Persistence vengono mutati in orribili mostri, ad eccezione del protagonista la cui coscienza è stata trasferita in un corpo artificiale, un clone sintetico creato dalla tecnologia.

The Persistence pone il giocatore di fronte la morte perenne, il che significa perdere tutti i progressi di gioco in caso di gameover, portandovi a risvegliarvi in una nuova zona realizzata proceduralmente.

Il gioco vi porta in uno spazio rougelike in prima persona, terrificante e procedurale. Per fuggire dall’astronave dovrete ripararla, recuperando il necessario disseminato per la stessa.

Nel corso dell’avventura verrete accompagnati da Serena, una ragazza digitale che vi guiderà nel completamento dei vari obiettivi, con la possibilità di giungere a 3 differenti finali.

Come anticipato si tratta di un gioco procedurale, il che significa che gli assets vengono distribuiti in modo casuale ad ogni morte, dando vita a stanze e corridoi sempre differenti tra loro. Non mancano all’appello checkpoint presso i quali è possibile riposarsi tra una fuga e sparatoria oltre che recuperare risorse.

Ad ogni morte verrà generato un nuovo clone, con la possibilità di sbloccare al termine dell’avventura la modalità sopravvivenza, nella quale dovrete eliminare ondate di mostri con una sola vita a disposizione.

Se inizialmente dovrete fronteggiare solo nemici apparentemente innocui, con il progredire dell’avventura avrete a che fare con dei mutanti speciali, i quali richiederanno strategie differenti per la loro eliminazione.

Recuperando le cellule staminali che possono essere estratte dalle vittime con il coltello in dotazione, potete incrementare le statistiche, scegliendo dunque il tipo di approccio da utilizzare, dallo stealth al puro action.

La morte segna la perdita di tutte le risorse raccolte ed i progressi accumulanti, lasciando però attivi gli aggiornamenti. Utilizzando i macchinari disseminati per lo scenario potrete costruire equipaggiamenti che conferiscono salute ed altre agevolazioni al protagonista.

Oltre le armi da fuoco potrete contare su coltelli, pugnali ed armi rudimentali, le quali vi permetteranno di annientare i nemici con attacchi corpo a corpo.

The Persistence vi terrà incollati per l’intera durata, mettendo a dura prova le vostre abilità, un gioco in continuo mutamento, grazie alle meccaniche rouguelike procedurali di cui vi ho parlato, con un comparto grafico lodevole ed una colonna sonora appagante.

The Persistence Gameplay Trailer

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 8.4/10
    Sonoro - 8.4/10
  • 7.8/10
    Trama - 7.8/10
  • 7.4/10
    Longevità - 7.4/10
8/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy