Tech Gaming
Social Network

Segui TechGaming su Facebook (Clicca qui) Instagram (Clicca qui) e Twitter (Clicca qui)

Filed under: Recensioni

The Quarry: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Era il 2015 quando Until Dawn arrivò su PS4 proponendo un nuovo genere di giochi horror, con meccaniche simili ai capolavori di Quantic Dream, mi riferisco naturalmente a Heavy Rain, Beyond Two Souls e Detroit Become Human, più un Film interattivo che un videogioco. A distanza di 7 anni quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di The Quarry, un Thriller che come i titoli menzionati porta il giocatore a compiere svariate scelte nel corso dell’avventura, interagendo nelle scene tramite dei Quick Time Event, il tutto in grado di cambiare le sorti sia della trama che la vita degli stessi protagonisti. A differenza di titoli come Men of Medan, Little Hope e House of Ashes, The Quarry parte piuttosto lentamente, al punto che nelle prime 2 ore circa sembra di essere più in Dowson’s Creek che in un Thriller. La trama è ambientata in una sola notte, in una grande area di campeggio, dove un gruppo di giovani si ritrova costretto a passare un ulteriore notte dopo che il furgone per il ritorno a casa viene manomesso da uno di essi, allo scopo di restare ancora un giorno in compagnia della ragazza che ama, ignaro che il suo gesto li condannerà ad una lotta per sopravvivere.

Scopri le Migliori Offerte Amazon (Clicca qui)

Chi o cosa si cela nelle oscurità del bosco sta a voi scoprirlo, ma come accade con gli Horror menzionati della serie The Dark Pictures, tutti i protagonisti possono sopravvivere o morire, a seconda delle decisioni prese e dei riflessi durante i QTE, i quali a differenza di altri titoli non richiedono tasti casuali ma l’indirizzamento dell’analogico in una specifica direzione. The Quarry salva la partita al momento dell’esito, ciò significa che in caso di morte di un personaggio non è possibile uscire dalla partita e ricaricarla per tentare di farlo sopravvivere, l’unica opzione, disponibile solo per i possessori della Deluxe Edition, è nell’uso di un totale di massimo 3 cuori, i quali consentono di ripetere la scena. Il titolo spazia dall’esplorazione in cerca di indizi utili a scene interattive, fino ad arrivare a quelle in cui assume le sembianze di un vero e proprio Film, portandovi per svariati minuti a diventare dei semplici spettatori. Spesso vi troverete a compiere delle scelte che per quanto banali siano potrebbe costare a qualcuno la propria vita.

Al completamento di ogni capitolo vi troverete ad interagire con un’anziana vegente, come avveniva con la serie The Dark Pictures, la quale analizzerà a grandi linee le scelte da voi compiute nel corso del capitolo, offrendovi nel caso in cui riuscitate a trovare i suoi tarocchi dispersi, una piccola sbirciatina su uno dei possibili futuri, anticipandovi cosa vi troverete ad affrontare seppure in modo fugace e confuso. Gli autori hanno pensato bene di disseminare per gli scenari non solo i tradizionali collezionabili ma anche i tarocchi, i quali appaiono in lontananza solo in specifiche inquadrature, recuperarli come detto vi permetterà di avere una visione su cosa vi attende. Al termine dell’avventura avrete modo di rivedere l’intera storia come un Film, scegliendo se tutti i protagonisti devono vivere o morire oppure con la possibilità di assegnare ad ognuno di essi un comportamento differente in base a specifiche situazioni, plasmando in un certo senso le loro sorti, ed assistendo al corso degli eventi comodamente seduti sul divano con bibita e popcorn, gustandovi un Thriller della durata di circa 7 ore, longevità naturalmente estesa nel Gameplay, grazie per l’appunto ad esplorazione e interazioni varie.

Purtroppo però The Quarry non è la perfezione, nonostante un genere che molti (me compreso) amano. Ciò che non ho apprezzato particolarmente risiede in una camera a volte imprecisa e troppo ravvicinata da permettere di osservare al meglio i dintorni, luoghi a volte oscuri e privi di una qualsiasi fonte luminosa o difficile da gestire, ed una trama che per quanto venga narrata egregiamente, grazie ad un doppiaggio italiano ed una recitazione da oscar, lascia quell’amaro in bocca in coloro che si aspettavano quel qualcosa in più. Nessuno scare jump o spavento tipico dei giochi The Dark Pictures, The Quarry è un Thriller che vi terrà in tensione più con i QTE che in attesa di scoprire se qualcuno o qualcosa vi attaccherà all’improvviso. I tarocchi non permetteranno solo di sbirciare sul futuro ma anche di sbloccare capitoli extra, dunque trovarli risulterà qualcosa di estremamente consigliato. Il cast di attori vede la presenza di volti noti come David Arquette di Scream, Ted Raimi di Spider-Man, Ariel Winter di Modern Family e molti altri. The Quarry è un bene ma non benissimo, una piccola perla che merita la vostra attenzione ma che è ben lontano dall’essere spaventoso.

8.5/10
Condividilo