Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: PC, Recensioni Videogiochi

Willy Morgan and the Curse of Bone Town: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Soltanto ieri vi ho parlato di Deskestville Castle che oggi torno sul genere punta e clicca o avventura grafica con un nuovo titolo, giunto di recente su PC Steam.

Avrete intuito che si tratta di uno dei generi che preferisco, oltre naturalmente i cerca oggetti di Aritfex Mundi, generi di nicchia oserei dire, riservati a coloro che antepongono gli enigmi all’azione o sparatorie, splatter e competizioni online.

Con questa premessa oggi voglio condividere con voi la Recensione di Willy Morgan and the Curse of Bone Town, un gioco che già dal nome svela in cosa vi imbatterete.

Willy Morgan and the Curse of Bone Town Recensione

Willy Morgan narra la storia di un giovane ragazzo, il cui padre è scomparso in circostanze misteriose. Una lettera consegnata a Willy e dal contenuto enigmatico porterà lo stesso a intraprendere un viaggio verso Bone Town, nella speranza di ritrovare il padre scomparso e risolvere l’oscuro mistero.

Come ogni punta e clicca che si rispetti non manca all’appello un generoso inventario dove riporre gli oggetti raccolti, da analizzare, combinare ed utilizzare nei vari scenari, al fine di risolvere i rompicapi e proseguire l’avventura, dopottuto che punta e clicca sarebbe senza una generosa dose di enigmi?

A tal proposito inutile dirvi che il backtracking la fa da padrone, tornerete spesso ad esplorare scenari già visti in precedenza, allo scopo di recuperare oggetti dapprima inaccessibli, ottenibili solo dopo aver raccolto altri oggetti in luoghi differenti, ma questo oramai è risaputo nel genere.

Willy Morgan contrariamente a molte altre avventure grafiche presenti sul mercato, opta per un comparto grafico in 3D invece che di un 2D o cell shading cartoonesco, quasi a voler attirare un pubblico più adulto, sopratutto per i suoi contenuti. Dagli scenari ai personaggi stessi, avrete a che fare con modelli più sobri.

Il titolo naturalmente è doppiato in inglese ma con la possibilità di usufruire dei sottotitoli in italiano, ciò lo rende giocabile anche da coloro che non masticano la lingua estera, comprendendo ogni singola sfumatura che si cela dietro ai dialoghi e immergendosi appieno nella coinvolgente, originale e oscura trama.

Nel corso dell’avventura esplorerete abitazioni di vario tipo, incontrerete personaggi fuori dal comune, e consulterete documenti pronti a rivelarvi gradualmente dettagli sulla trama e sul mistero che aleggia nella cittadina.

Come ogni titolo del genere non manca la possibilità di consultare tutti gli elementi presenti nello scenario con i quali si può interagire, offrendo diverse azioni per ciascuno di essi, dalla sola analisi all’interazione, ed è inevitabile dirvi che vi troverete a interagire con tutto su tutto e con tutti.

Willy Morgan and the Curse of Bone Town è un richiamo ai punta e clicca vecchia scuola, la cui narrazione era la chiave del successo, con una colonna sonora che non solo si lascia ascoltare ma che si adatta perfettamente a scenari e situazioni, quasi foste in un lungometraggio più che un videogioco.

Come anticipato è disponibile solo su PC, il che è un bene considerando che questo genere di titoli è consigliabile giocarli con il mouse. Se siete appassionati del genere, tralasciando il comparto grafico che potrebbe non destare il vostro interesse se optate per il cartoonesco, vi consiglio di dargli una possibilità.

Willy Morgan and the Curse of Bone Town Gameplay Trailer

7.4/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy