Tech Gaming
Menù Mobile
SOCIAL:
Filed under: News

Bully 2: Game Informer svela i motivi della cancellazione

Game Informer con un lungo articolo ha confermato la cancellazione di Bully 2, svelando alcune delle cause e retroscena che si celano dietro alla decisione di Rockstar Games.

Supporta Tech Gaming abbonandoti al canale Twitch (clicca qui) (collega Amazon Prime a Twitch cliccando qui) e/o acquista su Amazon (clicca qui),ENEBA (clicca qui) e/o Instant Gaming (clicca qui) oppure usando il codice creatore TGITA su Fortnite e/o nell'Epic Games Store

Lo sviluppo iniziò nell’Aprile 2008, quando Mad Doc Software fu acquisita da Rockstar Games, rinominando poi la software house in Rockstar New England. I lavori sul gioco stavano procedendo alla grande e la visione era molto precisa, l’intenzione era quella di creare un prodotto di qualità superiore ma con dimensioni più ridotte rispetto GTA IV, tuttavia avrebbe sorpreso i giocatori mediante l’uso delle nuove tecnologie.

La mappa era grande come quella di Vice City, ogni edificio era visitabile e il giocatore poteva compiere azioni con conseguenze a lungo termine, cosa che è stata poi implementata in Red Dead Redemption 2. Era possibile arrampicarsi ovunque, fare irruzione nelle case e non solo. Nonostante il gioco fosse completo in modo parziale ed era giocabile con una Demo di 10 ore circa, Rockstar decise di accantonare il progetto per dedicarsi a Max Payne 3 e Red Dead Redemption 2.

Questo è il triste destino che è stato riservato a Bully 2, almeno in quegli anni.

Condividilo

LIVE NOW! CLICK TO VIEW.
CURRENTLY OFFLINE
error: Questo contenuto è protetto e non può essere copiato!