Tech Gaming
Social Network
Filed under: Recensioni

Little Nemo and the Guardians of Slumberland: Anteprima, Gameplay Trailer e Screenshot

Il mondo degli Indie è piuttosto vasto, al punto che spesso purtroppo delle vere e proprie perle passano inosservate, sia a causa della moltitudine di giochi in uscita legati alla suddetta categoria, che Tripla A che oscurano totalmente Indie che meriterebbero non solo un posto speciale nella libreria giochi, ma anche di essere giocati per bene. Con tale premessa quest’oggi voglio condividere con voi l’Anteprima di Little Nemo and the Guardians of Slumberland, gentilmente offerto dagli sviluppatori con un largo anticipo rispetto l’uscita, fissata per la fine dell’anno, che ho avuto modo di provare su Steam Deck. In Little Nemo vestite i panni di un bimbo, il quale dovrà esplorare il mondo dei sogni collezionando giocattoli e pigiami, in grado di conferire al protagonista abilità di ogni sorta, che risulteranno indispensabili per superare ostacoli e nemici in ogni livello. Nemo si risveglierà tra un sogno e l’altro, con la possibilità di cambiare pigiama e potenziare i giocattoli, modificando dunque non solo l’aspetto ma anche le abilità che diversificano il sistema di attacco che Nemo ha a disposizione.

In caso di gameover Nemo si risveglierà nella stanza e dovrete tornare a dormire per proseguire l’avventura, partendo però dall’ultimo letto visitato, i quali fungono per l’appunto da checkpoint, nei tanti livelli 2D a scorrimento, esplorabili in orizzontale e verticale. Naturalmente non mancano all’appello scontri con i boss di fine mondo, diversificati tra di loro in design e attacchi. Ciascun mondo dispone di una mappa richiamabile in qualsiasi momento, la quale permette di conoscere la propria posizione, mappa che viene sbloccata gradualmente. Per certi versi Little Nemo ricorda i platform dei gloriosi anni 90, come Super Mario Bros 2, quando i personaggi potevano sollevare rape dal suolo per scaglierle contro i nemici. Ogni sogno è costellato di pericoli di ogni sorta, come spuntoni, burroni, oscurità, porte serrate da sbloccare con delle chiavi e nemici aggressivi. Nel corso dell’avventura farete la conoscenza di vari personaggi con i quali interagire, il tutto rappresentato come fosse una fiaba, con un comparto grafico colorato, originale e piacevole, ed una colonna sonora rilassante.

I livelli sono piuttosto brevi da completare, seppur legati tra di loro, come a formare un grande puzzle, tornando sui propri passi per recuperare collezionabili o raggiungere zone inizialmente inaccessibili. I sogni variano non solo in ambientazione ma anche nemici e boss da sconfiggere, enigmi da risolvere e pericoli da superare. Purtroppo la versione da me provata non è completa, ma da quel poco che ho avuto modo di giocare, essendo appassionato del genere, vi posso dire che si tratta di un Indie da non lasciarvi sfuggire, e che funziona perfettamente sulla Steam Deck.

Condividilo