Tech Gaming
Social Network
Filed under: Recensioni

Vengeful Guardian Moonrider: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Dagli anni 70 ad oggi i videogiochi si sono evoluti notevolmente, dai primi giochi a 8 bit a quelli di ultima generazione, oggi per molti purtroppo la grafica è l’elemento principale da prendere in considerazione per dare una qualche possibilità ad un gioco, un tempo non era così, contava il divertimento, l’originalità e la difficoltà. Oggi molti di noi sono diventati piuttosto esigenti quando si parla di grafica, accantonando il più delle volte fattori che rendono un gioco meritevole, al di la dell’estetica. Fortunatamente ci sono ancora sviluppatori legati ai gloriosi anni 90, quando lo SNES, il Mega Drive ed altre console la facevano da padrone con i loro 16bit, e chi come me è cresciuto in quell’epoca ricorderà sicuramente centinaia e centinaia di capolavori. Con questa doverosa premessa quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di Moonrider, un platform a scorrimento laterale che vi farà versare qualche lacrimuccia, sia per la nostalgia che per la difficoltà.

Nel mondo oppresso di Vengeful Guardian: Moonrider, l’umanità si ritrova ad avere al suo fianco un eroe improbabile. Dopo aver costruito un esercito di super-soldati da utilizzare come armi da guerra, le autorità dispotiche segnano inconsapevolmente il loro destino mettendo online il guerriero ninja noto come Moonrider. Concepito come strumento per salvaguardare lo stato totalitario, Moonrider rifiuta lo scopo per cui è stato progettato e dichiara di voler battersi fino alla fine per vendicarsi sia di coloro che lo hanno creato, che degli altri super-soldati. Come anticipato il gioco è piuttosto impegnativo, seppure sia decisamente frenetico e veloce come gameplay, essendo un platform action a scorrimento 2D, ricco di insidie di ogni sorta e nemici mortali, boss imponenti ed estremamente pericolosi. Nel corso dell’avventura potrete recuperare potenti chip che vi serviranno sia per personalizzare lo stile di combattimento di Moonrider che potenziarlo, ottenendo letali abilità ed utili vantaggi.

Come i gloriosi giochi degli anni 90, anche Moonrider presenta solo 8 livelli ma che vi faranno sudare parecchio, specie se non abituati. Dovrete correre, saltare, schivare i colpi ed attaccare di continuo, utilizzando ciò che avete a disposizione per sopravvivere. Il tutto accompagnato da una colonna sonora frenetica ed un comparto grafico in pixelart, con scenari rigorosamente futuristici a suo modo. Vengeful Guardian Moonrider è un omaggio ai capolavori del passato, un gioco a scorrimento 2D frenetico quanto difficile, che metterà in alcuni momenti seriamente alla prova la vostra abilità oltre che pazienza, ma che è in grado di intrattenervi, divertirvi e lasciare il segno, specie in coloro che hanno assistito all’evoluzione del gaming.

8.5/10
Condividilo