Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Recensioni

Children of Silentown: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Dopo Return to Monkey Island, Welcome to Whaterveland e Lost in Play, giusto per citarne qualcuno, quest’oggi voglio condividere con voi la Recensione di Children of Silentown, una nuova avventura grafica o punta e clicca che dir si voglia, il quale vi porterà in una inquietante e misteriosa cittadina, nelle vesti di Lucy, una bimba cresciuta in una foresta abitata da mostri. La cittadina è famosa per un evento spiacevole, il quale porta i suoi abitanti a scomparire nel nulla, intenzionata a fare luce sulla vicenda, Lucy deciderà di indagare in compagnia dei suoi amici. Nel corso dell’avventura dovrete esplorare la città ed i suoi dintorni, farete la conoscenza di bizzarri personaggi, e come ogni punta e clicca che si rispetti non poteva di certo mancare all’appello la presenza di enigmi e minigiochi. Cos’è che infesta la cittadina e causa la scomparsa dei suoi abitanti? Perchè non bisogna addentrarsi nella foresta che circonda la città? Queste domande troveranno risposta in Children of Silentown.

Nel corso degli anni ho avuto modo di giocare numerose avventure grafiche, e provenendo da titoli come Broken Sword e Monkey Island, ho sempre avuto una certa esigenza nei confronti di titoli legati ad un genere secolare, dunque le mie aspettative sono piuttosto alte quando si parla di punta e clicca, voglio dire, non basta un bel comparto grafico e qualche minigioco o puzzle qua e la da risolvere per rendere un’avventura unica e coinvolgente, la trama in questo tipo di giochi si sa è tutto. Children of Silentown è un vero e proprio orgoglio italiano, essendo sviluppato dal team Elf Games Works, autore anche di Little Briar Rose, che vi invito assolutamente a giocare, ma questa è un’altra storia. Il team è noto per le sue avventure dal comparto grafico originale, lo stile 2D dell’ultimo capolavoro appare inquietante, oscuro e misterioso, ed ha visto la partecipazione nella realizzazione del progetto, di artisti e youtuber come fraffrog. Nel corso della storia, la quale viene arricchita e accompagnata da una colonna sonora coinvolgente, inquietante e delle volte quasi magica, dovrete dialogare con personaggi, esaminare oggetti e combinarli tra di loro per risolvere enigmi.

Il mondo di gioco è popolato di personaggi bizzarri di ogni sorta con i quali interagire, prima che scompaiano nel nulla, senza lasciare un apparente traccia da seguire. Come da titolo il villaggio dove ha luogo la storia è popolato da bambini silenziosi, inquietanti e misteriosi, con cui intrattenersi tra un’investigazione e risoluzione di un enigma. I puzzle che dovrete risolvere sono stati studiati per essere quanto più originali e bizzarri possibili, ma non così sofisticati da lasciarvi impegnati per delle ore nel tentativo di capire come uscire fuori da una spiacevole situazione, ciò rende la trama piuttosto scorrevole, suggestiva e coinvolgente, al punto che arriverete ai titoli di coda senza accorgervi del tempo trascorso. Un punta e clicca non può essere definito tale senza un compagno di viaggio, in questo caso un gatto perfido, pronto a dare continui tormenti al giocatore, ad ogni occasione. Lo stile grafico di Children of the Silentown è unico nel suo genere, con personaggi che sembrano usciti da Limbo, ed una cittadina che nasconde un segreto oscuro, la foresta chiama i suoi abitanti e spetterà a voi fare luce sulla vicenda.

Condividilo