Tech Gaming
SOCIAL:
Filed under: Android e Stadia, iOS e MAC, Recensioni Videogiochi

Il professor Layton e il paese dei misteri HD: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Di recente vi ho proposto la Recensione di Il professor Layton e lo Scrigno di Pandora HD, rilasciato poco tempo fa su Android e iOS, a distanza di molti anni dal debutto su Nintendo DS. Quest’oggi invece voglio condividere con voi la Recensione di Il professor Layton e il Paese dei Misteri HD.

Il professor Layton e il Paese dei Misteri HD Recensione

Come anticipato, si tratta della prima avventura del Professor Layton e il suo assistente Luke, la quale li porterà in un misterioso villaggio popolato da strani abitanti. La baronessa invita Layton alla sua prestigiosa tenuta per chiedere il suo aiuto nella risoluzione di un caso, ma ciò che attende il professore e il suo assistente va ben al di là di un semplice caso.

Quando debuttò nel lontano 2007 su Nintendo DS, Il professor Layton e il Paese dei Misteri conquistò fin da subito il pubblico, dai più giovani agli insegnanti, il successo portò Level 5 a dare vita a numerosi sequel distribuiti sia su DS che su Nintendo 3DS.

 

A distanza di tempo il primo capitolo della serie proprio come Lo Scrigno di Pandora HD e mi auguro anche per tutti gli altri a seguire, è disponibile su Android e iOS, offrendo a tutti la possibilità di giocare in mobilità senza disporre di una console, comodamente dal proprio smartphone.

Naturalmente non si tratta di un semplice porting ma di una rimasterizzazione del gioco, con cutscene HD ed un gameplay ottimizzato per dispositivi Mobile. Purtroppo però come all’epoca, anche la versione Mobile non presenta il doppiaggio in Italiano, ma è supportato comunque dai sottotitoli per coloro che non masticano la lingua estera.

Fin dai primi minuti di gioco avrete a che fare con gli enigmi di vario tipo, alcuni risolvibili con risposta multipla altri invece con risposta secca, offrendovi la possibilità di annotare sul Display degli appunti.

In qualsiasi momento è possibile tappare sulla valigia per accedere al salvataggio, enigmi risolti, informazioni sulla trama e minigiochi di vario tipo, questi ultimi sbloccabili nel corso dell’avventura.

Il Paese dei Misteri da il benvenuto ad un personaggio che troverete anche nei capitoli successivi, una nonnina pronta a custodire gli enigmi dispersi, ossia i rompicapi che non sono stati trovati nel corso del gioco.

Se alcuni sono obbligatori per il proseguimento della storia, altri invece sono opzionali, nascosti in personaggi, oggetti e vari elementi degli scenari. Oltre le monete che è possibile recuperare con l’esplorazione e le quali torneranno utili per avere degli aiuti durante la risoluzione degli enigmi, vi è una nuova meccanica di gioco, la quale consente di saltare gli enigmi più complessi.

Giocare è molto semplice, tappando sull’icona della scarpa e sulla freccia ci si sposta nella direzione desiderata, tappando invece su oggetti o personaggi si interagisce con gli stessi. Naturalmente essendo concepito per l’uso del pennino, è consigliabile disporre dello stesso o una penna touch anche se è possibile giocare con le dita.

La trama viene raccontata sia tramite le cutscene in inglese con sottotitoli italiani che fumetti in italiano senza doppiaggio, questi ultimi presenti per la maggior parte dell’avventura. Alcuni personaggi vi forniranno indizi utili per la risoluzione del caso, a patto che riusciate a completare gli enigmi proposti.

Il professor Layton e il Paese dei Misteri HD vi terrà incollati allo smartphone per diverse ore, grazie alla quantità molto generosa di enigmi che si differenziano tra di loro per tipologia ed una trama coinvolgente quanto originale, che vi porterà ad un finale inaspettato. 

Il professor Layton e il paese dei misteri HD Gameplay Trailer

 

  • 7/10
    Grafica - 7/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 7.4/10
    Sonoro - 7.4/10
  • 8.8/10
    Trama - 8.8/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
8/10
Condividilo

Questo sito utilizza i cookie per garantire ai nostri utenti l'esperienza migliore possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Privacy policy